Accesso

Illuminazione pubblica

L'ILLUMINAZIONE PUBBLICA E'UNA DELLE VOCI PIU' CONSISTENTI NELL'AMBITO DELLA SPESA ENERGETICA 

L'illuminazione pubblica è una delle voci più consistenti nell'ambito della spesa energetica dei Comuni; infatti, rappresenta tipicamente il 20-30% della bolletta energetica comunale. Questa spesa può essere gestita dai Comuni in modo efficiente, conseguendo importanti riduzioni dei consumi energetici, anche, a parità di punti luce, fino al 40-60% rispetto a quelli medi attuali di un Ente locale.

Il processo di riqualificazione energetica dell'illuminazione pubblica comporta per le Amministrazioni considerevoli benefici in termini di riduzione dei consumi e quindi anche dei relativi costi. Il rapido sviluppo delle tecnologie del settore rende questo investimento sempre più interessante. La diminuzione del prezzo dei LED, per esempio, consente di ridurre i tempi di rientro della spesa, in un periodo di tempo compreso fra 3 e 5 anni.

Inoltre, la riqualificazione degli impianti può produrre anche miglioramenti prestazionali. Per esempio, sono state implementate delle soluzioni per migliorare il colore della luce emessa dai LED, oggi più 'calde' e innocue.




​INCENTIVI PER UN'ILLUMINAZIONE PUBBLICA PIU' EFFICIENTE  

Il meccanismo dei Certificati Bianchi aiuta le Amministrazioni a migliorare l'efficienza dell'illuminazione pubblica, abbattendo i tempi di rientro degli investimenti. I Certificati Bianchi premiano il risparmio di energia primaria conseguito grazie agli interventi effettuati che portino il servizio al di sopra dello standard di mercato.

Per ottenere i Titoli di efficienza su un progetto di riqualificazione della propria rete di illuminazione, gli Enti locali devono presentare al GSE progetti che tengano conto di diversi aspetti. Tra questi, l'ammodernamento tecnologico e funzionale, la messa a norma dell'impiantistica, la sostituzione dei punti luce con lampade a led di ultima generazione ad alta efficienza, maggiore durata e migliore resa cromatica, fino alla telegestione e telecontrollo che consentono di monitorare costantemente il funzionamento dei singoli punti luce, intervenendo con tempestività in caso di guasti e adeguando il flusso luminoso alle condizioni del traffico e agli orari.

I Certificati Bianchi devono essere indispensabili per la sostenibilità di un intervento di efficienza e non sono pertanto compatibili con alcuna altra forma di incentivo. Inoltre, il flusso di cassa derivante dai Certificati Bianchi è frutto dei risparmi misurabili ottenuti grazie all'intervento.